Appalti, comuni Trasimeno e Corciano uniscono le forze

Sindaci Rossi, Betti, Batino e Chiodini firmano centrale unica appaltiCentrale unica di committenza per Corciano, Castiglione, Magione e Passignano: i sindaci del Trasimeno firmano un accordo per una maggiore efficienza amministrativa e qualità organizzativa nel settore degli appalti. Martedì 10 novembre è stata infatti sottoscritta dai sindaci dei comuni di Corciano, Castiglione del Lago, Magione e Passignano sul Trasimeno la convenzione per gestire in forma associata la centrale di committenza. La centrale – in base anche alla normativa vigente in materia di appalti degli enti locali – dovrà curare lo svolgimento di gare di evidenza pubblica per l’aggiudicazione di lavori, servizi e forniture superiori alla soglia di 40mila euro a base di gara.

Nell’occasione i sindaci, riuniti come collegio di vigilanza, hanno definito gli aspetti operativi finalizzati alla prima attivazione della centrale di committenza. Responsabile della centrale è stato individuato l’ingegnere Francesco Cillo del comune di Corciano. Membri della centrale sono: Giulia Palma di Corciano; Luca Santoni di Magione; Roberto Caloni di Passignano sul Trasimeno e Maria Zamperini di Castiglione del Lago.
La centrale di committenza avrà il compito di curare le procedure di aggiudicazione di contratti pubblici relativi alla realizzazione di opere pubbliche, prestazioni di servizi e forniture di beni dalla redazione e pubblicazione, ove previsto dalla legge, del bando di gara/lettera d’invito, fino all’aggiudicazione definitiva, perfetta ed efficace, delle procedure d’appalto indette dai soggetti sottoscrittori.
In particolare, entro tre mesi dalla data di sottoscrizione dalla convenzione, i comuni aderenti si impegnano a rendere uniformi i regolamenti comunali che disciplinano la materia interessata: regolamento contratti, acquisizione lavori, beni e servizi in economia.

Entro lo stesso termine le amministrazioni si impegnano ad approvare un regolamento uniforme di disciplina della ripartizione del fondo interno per la progettazione e l’innovazione. I sindaci hanno previsto di aggiornare la convenzione nel mese di dicembre, finalizzata all’adesione da parte del Comune di Tuoro sul Trasimeno con modifica della sede della centrale e definizione del comune capofila in quello di Corciano. La sottoscrizione da parte dei quattro sindaci è avvenuta a Magione nei giorni scorsi.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.