Museo della Pesca, spazi anche per associazioni tematiche

MAGIONE – Nuovo impegno delle associazioni legate alle tradizioni del Trasimeno. Dopo aver ottenuto dalla Provincia di Perugia il demanio su tutto il lungolago, il Comune ha finalmente ricevuto in comodato d’uso anche l’immobile del Museo della Pesca di San Feliciano: una parte di questi spazi – l’intero primo piano – passano ora in gestione alle associazioni culturali legate alle tradizioni del lago Trasimeno. Un grazie a Provincia di Perugia; Lega Navale Italiana Sezione Lago Trasimeno; ProLoco San Feliciano; Circolo rematori San Feliciano asd; scuola Filet Modano San Feliciano; Musei di Magione; Cooperativa Pescatori del Trasimeno. Un ringraziamento speciale al delegato alla cultura Vanni Ruggeri che non si è scoraggiato di tanta burocrazia, portando avanti fino in fondo questo ed altri progetti di rilancio del Museo della Pesca. Continua a leggere

Barchetto di San Feliciano, il rogo e il futuro del Museo

MAGIONE 17/06/2017 – Un rogo notturno avvenuto lo scorso mese – su cui rimangono ancora diversi interrogativi, in particolare sulla sua natura dolosa o colposa – ha ridotto in cenere l’ultimo esemplare di “Barchetto del Trasimeno”: un simbolo della vita e dell’economia del lago. Il fatto, con tutta probabilità frutto di uno scellerato atto di vandalismo, è avvenuto all’interno del cortile del Museo della Pesca di San Feliciano. Risalente ai primi decenni del Novecento, veniva utilizzato per un tipo di pesca a strascico detta “Gorro”. Alla barca nel tempo era stata aggiunta una cabina per il trasporto delle persone verso Isola Polvese. Più tardi, ormai esaurita la sua funzione, veniva restaurato da Jean Pierre Capolsini, attuale presidente della Lega Navale del Trasimeno, ed esposto nell’area esterna del museo. Tralasciando qui le indagini scaturite con la distruzione del barchetto, è certo che il rogo di un reperto storico come il barchetto non può essere declassato a semplice ragazzata, ma appare come un gesto molto grave di inciviltà ed inconsapevolezza del danno arrecato. Ne sono scaturite molte polemiche, ma anche qualche opportunità per il futuro ed una travolgente voglia di impegno di associazioni e volontari per trovare fondi per una ricostruzione dell’antica barca andata distrutta. Continua a leggere

Museo della Pesca, investimenti in tecnologie e strutture

San Feliciano di Magione, Museo della Pesca del lago Trasimeno(Magione, 11 febbraio 2016) – Multimedialità, nuovi spazi, manutenzione straordinaria di interni ed esterni. Questi alcuni degli interventi che l’amministrazione comunale di Magione, grazie anche al contributo della Regione Umbria, sta realizzando sulla struttura e sul percorso espositivo del Museo della Pesca di San Feliciano. «Sul museo – spiega Vanni Ruggeri, presidente del consiglio comunale di Magione e delegato alla cultura – non si tornava ad investire da anni. L’intera struttura aveva necessità di un incisivo intervento di manutenzione straordinaria, soprattutto per quanto riguarda parte esterna e coperture. In questi anni, inoltre, è profondamente cambiato il concetto stesso di fruizione di un museo e l’implementazione delle nuove tecnologie costituisce ormai un elemento irrinunciabile. Questi due aspetti stanno alla base del progetto di intervento presentato al servizio musei e beni archeologici della Regione Umbria, nel quadro delle misure previste per la valorizzazione dei beni culturali». Continua a leggere

San Feliciano, assemblea pubblica: livello del lago e non solo

Partecipazione, assemblee pubbliche nelle frazioni a MagioneMAGIONE 3 aprile 2015 – Parco del Trasimeno, livello delle acque e presentazione degli interventi in programma nella frazione. Sono stati questi alcuni dei temi affrontati nell’incontro pubblico con la cittadinanza di San Feliciano, promosso dall’amministrazione comunale. In una sala circolo Canottieri piena il sindaco, Giacomo Chiodini, nel suo intervento, ha ricordato il lavoro svolto dai soggetti interessati al controllo idrico del lago Trasimeno in merito al livello delle acque che ha superato, meno di una settimana fa, i 45 centimetri sullo zero idrometrico. Sono stati evidenziati i problemi che potrebbero interessare il sistema fognario in alcune località lacustri, tra cui la stessa San Feliciano, in conseguenza dello straordinario aumento di livello del lago, anche ricordando le informazioni fondamentali sulla gestione del livello. «Al riguardo – ha spiegato il primo cittadino – la società Umbra Acque ha effettuato un monitoraggio continuo del sistema di depurazione delle acque che oggi confluiscono tutte, tramite delle stazioni di sollevamento, nel depuratore centralizzato di Montesperello. In particolare, sono state più volte rialzate le quote degli scolmatori nei pressi di San Feliciano proprio per evitare malfunzionamenti al sistema fognario e potenziali rischi di contaminazione». Continua a leggere

San Feliciano, Chiodini presenta il programma di Magione Viva con la candidata Silvia Sedini

Progetti di riqualificazione e valorizzazione per il lungolago. In fase di appalto i lavori per l’area camper e nuova darsena
Museo della Pesca, Giacomo Chiodini e Silvia Sedini in assemblea

Museo della Pesca, Giacomo Chiodini e Silvia Sedini

MAGIONE 9 maggio 2014 – Presentato a San Feliciano il programma della lista di centrosinistra MagioneViva dal candidato sindaco Giacomo Chiodini. L’incontro è stato anche l’occasione per presentare la candidata del territorio Silvia Sedini originaria e residente nella frazione lacustre. Laureata in legge, la candidata opera nel settore delle risorse umane e nella gestione del personale.

Il candidato Sindaco, dopo aver presentato le linee guida previste dal programma elettorale relativamente all’area lacustre, tra cui: unificazione delle competenze sul lago con il ruolo centrale dei Comuni, rivitalizzazione dei tratti di lungolago a rischio degrado, potenziamento e integrazione con servizi privati per il trasporto sul lago; l’inserimento della classificazione a spighe per gli agriturismi e promozione integrata del Trasimeno. Nel rispondere alle domande dei presenti ha ricordato gli investimenti, in fase di appalto per la realizzazione della zona camper e darsena, per 450mila euro.

Nel suo intervento Silvia Sedini, alla domanda “che cosa avrebbe fatto per San Feliciano se fosse stata eletta”, ha dichiarato la volontà di farsi portavoce delle necessita della frazione lacustre “non solo per le necessità ordinarie ma per costruire, all’interno del programma della coalizione, un percorso di scelte condivise con la popolazione locale”

Video di un momento dell’incontro

Rendiconto di fine mandato: cultura e turismo tra passato e futuro

Magione Cultura mappa miniaturaGli obblighi finanziari imposti agli enti locali per ridurre l’indebitamento dello Stato hanno inciso su tutte le voci di spesa delle amministrazioni comunali, ma con una particolare severità su quelle relative alla cultura e al turismo. E’ quindi utile – per comprendere il contesto in cui ci si è mossi – introdurre qualche comparazione economica tra passato e presente. Queste mettono in evidenza i tagli alla spesa che sono stati fatti e quindi anche le scelte di fondo adottate a Magione.

Continua a leggere