Cambia il servizio di raccolta differenziata a Magione: si parte a luglio

MAGIONE – Centrare l’obiettivo regionale del 72 per cento di differenziata è una delle priorità dell’amministrazione comunale di Magione che, insieme all’Autorità umbra per i rifiuti e l’idrico (Auri) e al gestore della Trasimeno servizi ambientali (Tsa), introdurrà importanti modifiche e miglioramenti nella raccolta dei rifiuti. Si tratta in particolare di una riorganizzazione generale del sistema con l’utilizzo di nuovi contenitori e colori identificativi dei vari rifiuti. Gli attuali contenitori verranno ritirati e ad ogni utenza verrà consegnato un kit di contenitori per la raccolta differenziata che variano in base alla zona di residenza. I contenitori consegnati ai condomini saranno muniti di serratura per evitare che siano utilizzati da estranei, ed ogni nucleo familiare avrà a disposizione le chiavi dei contenitori del proprio condominio. Tutti i contenitori saranno dotati di un microchip, che assocerà inequivocabilmente gli stessi all’utenza. Questa tecnologia è propedeutica alla implementazione di una futura tariffa puntuale dei rifiuti. Continua a leggere

Borgogiglione riapre: le raccomandazioni del sindaco

MAGIONE – Arriva il via libera alla ripresa dei conferimenti. Gli abbancamenti di rifiuti indifferenziati riguarderanno la parte sommitale della discarica di Borgogiglione per un totale di 47mila metri cubi. La decisione della Regione, che dovrebbe consentire di alleggerire la pressione sul sistema dei rifiuti nel Perugino, arriva dopo il blocco della raccolta dell’indifferenziato, dopo gli screzi con le autorità altotiberine per i conferimenti alla discarica di Belladanza (oltre che a Le Crete di Orvieto). In questa intervista al Tgr alcune riflessioni del sindaco di Magione Giacomo Chiodini, comune che ospita l’impianto. Continua a leggere

Rifiuti, controlli nei cassoni: sanzioni a chi non differenzia

Trasimeno servizi ambientali Magione(22 gennaio 2016) Controlli più severi per spingere i cittadini sempre di più alla raccolta differenziata e far evitare, anche a suon di multe, comportamenti devianti come gettare nell’indifferenziata carta, vetro o frazione umida. La decisione è stata presa direttamente dai vertici della Tsa – l’azienda addetta allo smaltimento – e dall’amministrazione comunale di Magione. Il controllo dei rifiuti avverrà al momento in cui il bidoncino per l’indifferenziata viene svuotato dal personale della Tsa. Le sanzioni previste per l’errata differenziazione vanno dai 50 ai 300 euro in base alla gravità del comportamento. La percentuale di differenziata a Magione nell’anno 2014 è stata di poco superiore al 51 per cento, in linea con i dati del Trasimeno, con una buona capacità di riuso del materiale raccolto in particolare carta, vetro e plastica; a breve si avranno le nuove percentuali di differenziata raggiunte nel 2015. Continua a leggere