Rifiuti abbandonati, municipale individua e sanziona autore abusi

Località La Goga a Magione. Discarica abusiva, polizia municipale trova il colpevole (3)La raccolta differenziata, con le sue diverse forme di disincentivo all’uso dei cassonetti generici, ha paradossalmente portato – conti alla mano – ad un aumento dei casi di abbandono di rifiuti. L’ignoranza, l’inciviltà e la convinzione di passare impuniti è cosa diffusa a Magione e in tutte le aree del Trasimeno-Perugiano. Non sempre però tali abusi passano sotto traccia. In questo caso, analogo ad altri e fortunatamente limitato a semplici rifiuti urbani, la segnalazione di una cittadina e l’efficace attività d’indagine della Polizia municipale ha portato all’individuazione della persona, alla sanzione pecuniaria e – soprattutto – alla rimozione di tutti i rifiuti ammassati, diventati una vera e propria discarica a cielo aperto a ridosso della strada provinciale per Castel Rigone, in località La Goga.

La polizia municipale di Magione, Tuoro e Passignano, dopo un sopralluogo, è infatti riuscita in pochissimo tempo, a rintracciare il responsabile. Si tratta di un cittadino straniero residente a Passignano che è stato sanzionato per l’abbandono di rifiuti e che ha già provveduto alla loro rimozione. In questo caso trattandosi però di rifiuti urbani e non speciali, derivanti cioè da cantieri edili, non è previsto alcun procedimento penale. I sacchi dell’immondizia erano stati segnalati da una donna che stava percorrendo la strada di campagna che da Magione conduce verso Castel Rigone. Una notevole quantità di immondizia che in parte sarà rimossa da Tsa, in accordo con il Comune di Magione, visto che non tutti i sacchi presenti sono stati abbandonati dal passignanese.

“Abbiamo individuato – spiega il capitano della polizia municipale di Magione, Tuoro e Passignano, Mario Rubechini – anche un altro bel quantitativo di materiali abbandonati che saranno rimossi a breve”. Il sindaco Giacomo Chiodini si è personalmente complimentato con il personale della municipale che ha seguito l’indagine. E l’amministrazione proprio in questo periodo, sta rivedendo le ordinanze sulla raccolta differenziata per dare via a un giro di vite contrastando chi aggira il dovere civico di differenziare i rifiuti. Un’azione che porterà a controlli a campione per le diverse frazioni e multe salate. Sarà anche occasione per verificare eventuali evasioni della Tari. Non è la prima volta che gli agenti della polizia municipale si trovano infatti alle prese con gente che invece di gettare i rifiuti negli appositi contenitori, differenziando come di dovere, decide di abbandonarli nella natura. Nella stessa zona dall’inizio del 2015, gli agenti sono intervenuti ben tre volte, compresa quest’ultima, individuando sempre i responsabili che hanno poi provveduto alla rimozione dei materiali. Purtroppo però non sempre si tratta solo di rifiuti urbani, spesso vengono trovati nascosti nel verde, anche rifiuti speciali che posso avere conseguenze gravi per la flora e la fauna del territorio.

Rifiuti nel bosco, c'è un colpevole di Alice Guerrini Corriere dell'Umbria

Località La Goga a Magione. Discarica abusiva, polizia municipale trova il colpevole (1)

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

займы онлайн срочный займ в ставрополе займы онлайн в барнауле
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: