San Savino

San Savino investe su sport e nuove generazioni

MAGIONE – Il borgo lacustre di San Savino dispone ora di un nuovissimo impianto sportivo, che comprende due campi da calcetto (uno sintetico e uno in terra battuta), parcheggi, illuminazione a led, spogliatoi, locali tecnici e servizi. Il tutto grazie allo spirito di iniziativa della Pro loco del piccolo paese, che ha sostenuto un notevole impegno economico grazie ai proventi della Sagra del Gambero del Trasimeno. L’impianto è situato in località La Fontaccia. Al taglio del nastro sono intervenuti, tra gli altri, Maurizio Orsini, presidente della Pro loco San Savino, Giacomo Chiodini, sindaco di Magione, e Donatella Porzi, presidente dell’Assemblea legislativa dell’Umbria. Continua a leggere

San Savino, lavori di recupero per l’antica scuola del paese

MAGIONE 22 aprile 2017 – A più di cento anni dalla sua progettazione, il Comune di Magione, anche grazie alla collaborazione della locale Proloco, sta portando a termine i lavori di ristrutturazione della vecchia scuola di San Savino. Posto al centro del paese, l’edificio è punto nodale nella vita della piccola frazione lacustre. Dopo la chiusura dell’attività scolastica le vecchie aule sono diventate uno spazio culturale polivalente, sede di mostre in occasione della tradizionale sagra organizzata dalla Proloco che gestisce lo spazio e ne ha fatto anche la propria sede. La struttura, che mostra i segni del tempo, ma ha un indubbio valore storico e culturale – il progetto fece probabilmente da modello ad altre scuole del territorio comunale – è stata inserita nel piano delle opere pubbliche. Per i lavori, basati su più stralci funzionali, è previsto un impegno di spesa complessivo pari a 100mila euro da fondi del bilancio comunale. Continua a leggere

San Savino, il circolo del paese riattiva il vecchio impianto sportivo

San Savino, circolo del paese rilancia campo sportivo per painting e calcio a sette (2)Un campo sportivo mai completato che torna al centro dell’attenzione grazie ad un investimento a carico del circolo dopolavoro Csein che l’ha ottenuto in concessione dal Comune di Magione. L’area aveva già ospitato l’Asd Magione Paintball che, in collaborazione con le associazioni di San Savino, si erano attivati per rimettere in funzione l’area. Ora, dopo questa positiva esperienza, partiranno a breve i lavori che prevedono la realizzazione di due campi (paintball e calcio a 7) e di un immobile con spogliatoi e bar. Sarà anche realizzato un parcheggio e sistemata, a carico del comune, la strada di accesso alla zona. Continua a leggere

Art bonus, Magione sceglie i beni da finanziare tramite privati

Lo storico Vanni Ruggeri, presidente del consiglio comunale di Magione con delega alla culturaMAGIONE 11 giugno 2016 – Anche Magione decide di ricorrere all’Art bonus per prendersi cura del proprio patrimonio culturale. La giunta comunale, su indirizzo del consigliere delegato alla cultura e presidente del consiglio comunale Vanni Ruggeri, ha individuato una lista di beni ed opere che consistono nel restauro conservativo della cappella dei caduti o chiesa di San Rocco e San Sebastiano di Agello e del monumento ai caduti della grande guerra a Magione; la manutenzione della torre dell’orologio di San Feliciano ed specifiche iniziative per valorizzare la biblioteca, l’archivio storico e il sistema museale. Il cosiddetto bene bandiera però, quello cioè intorno al quale concentrare in modo prioritario le risorse raccolte, è la realizzazione di una scala all’interno della torre triangolare del castello di San Savino. Continua a leggere

Paradosso Trasimeno: turismo d’oro, manutenzione in affanno

Trasimeno, turismo ok ma gestione in affannoda “Il Messaggero Umbria” del 3 giugno 2016

Da quando esistono le serie storiche sul turismo al Trasimeno non c’è mai stata una stagione con una percentuale di crescita così significativa come quella registrata in questi primi mesi dell’anno 2016. Il territorio attorno al lago tornerà con tutta probabilità sopra il milione di presenze turistiche, meta non più raggiunta da almeno un decennio. Una stagione d’oro insomma. Eppure se il turismo è partito a razzo, la manutenzione del Trasimeno non è mai stata così in affanno. Con un livello ottimale delle acque che oscilla attorno allo zero idrometrico, si assiste per paradosso ad una gestione del bacino che fa – è davvero il caso di dirlo – acqua da tutte le parti. La vicenda più nota è quella dell’Oasi La Valle a San Savino. Porta d’accesso al parco naturale e luogo ricco di fascino. Il cuore dell’attrazione è il pontile-camminata, ma ad oggi risulta fuori uso per una certificazione di sopraggiunta inagibilità spedita tramite pec ai gestori, la cooperativa Alzavola che vive sulla vendita dei biglietti d’ingresso, da un solerte funzionario della Provincia. Continua a leggere

Strade provinciali: asfalti a Sant’Arcangelo, San Savino e San Feliciano

San Savino, asfaltatura via dei pozziRilevante intervento della Provincia di Perugia per il rifacimento di circa 1,5 chilometri di strade regionali e provinciali nel territorio di Magione. Toccate prevalentemente la regionale 599 per Chiusi nei tratti cittadini di Sant’Arcangelo e lungo i tornanti tra Dirindello e Montebuono; la regionale 75bis per brevi tratti in viale Umbria e a ridosso dello svincolo di Magione sul raccordo Perugia-Bettolle; la provinciale 316bis con la ribitumatura di quasi metà del percorso di via dell’Emissario; la provinciale 316 in alcune percorrenze di San Feliciano e sulla salita dei Pozzi a San Savino. Quest’ultima di particolare significato perchè completamente dissestata malgrado sia l’accesso principale al Parco del Trasimeno per chi viene da Perugia ed Assisi. Gli interventi realizzati non sono certamente risolutivi del problema, in particolare sulla trafficata strada regionale 599 per Chiusi. Si prevede però, in particolare per il centro abitato di Sant’Arcangelo ulteriori interventi sulla viabilità di pertinenza comunale. Continua a leggere

Patti civici, cittadini protagonisti del decoro urbano

San Feliciano lungolago Trasimeno, monumento ai caduti giardini pubbliciFino ad ora sono otto fino le proloco che hanno aderito al patto civico, ma il progetto può ancora aprirsi ad altre realtà del territorio di Magione. Lo scopo è quello di migliorare, attraverso una collaborazione tra associazioni di volontariato ed amministrazione comunale, il decoro e la manutenzione ordinaria delle aree verdi e dei giardini pubblici. A sottoscrivere il patto sono state le associazioni di San Feliciano, proloco; Villa, associazione Villa2000; Sole Pineta, associazione comitato residenti; Casenuove, proloco; Sant’Arcangelo, proloco; Agello, proloco; San Savino, proloco; Soccorso, circolo Arci. Soddisfazione da parte dell’amministrazione comunale e dell’assessore ai lavori pubblici Nazareno Annetti, ideatore del progetto. Continua a leggere

Trasimeno, emissario chiuso per l’estate: livello ottimale a +37,5 cm

Emissario del lago Trasimeno a San Savino di MagioneMAGIONE 13 aprile 2015 – Emissario del Trasimeno ufficialmente chiuso alle 12 di questa mattina. La statistica dice che si riaprirà a novembre/dicembre del 2015. Si riconsegna all’estate un lago a +37,5 cm sullo zero idrometrico. Quasi 10 centimetri più alto del picco raggiunto nel 2014. Mi sento di ringraziare i tecnici di Provincia, Regione Umbria, Umbria Mobilità ed Umbra Acque per la gestione di questa operazione di riapertura e chiusura del vecchio esautore del lago; nonché l’ufficio lavori pubblici del comune di Magione per le opere fatte lungo la parte in muratura del canale emissario e la ditta che li ha materialmente realizzati, consentendone il corretto ritorno in funzione dopo trenta anni. Al prossimo inverno allora! E buona stagione turistica! Continua a leggere

Trasimeno, test d’apertura per l’antico emissario: livello fermo a +34

Oasi La Valle di San Savino, apertura dell'emissario del TrasimenoNon sono ancora terminati i test sull’emissario del Trasimeno. Dopo quasi una settimana di prove a metà del mese di febbraio – in cui si è verificato lo stato di salute del canale esautore del lago Trasimeno a 30 anni dall’ultimo utilizzo e a quasi 120 dalla sua costruzione (1898) – il tavolo tecnico che coinvolge Comuni, Provincia e Regione, riunitosi per valutare i dati raccolti durante l’apertura delle paratie, ha individuato altre attività di verifica in merito alla funzionalità del sistema fognario con quote di livello pari o superiori a +40 centimetri circa sullo zero idrometrico. Il livello attuale infatti, malgrado il funzionamento sperimentale a diversi regimi di portata dell’emissario (da 2 mcs a 7,5 mcs massimo) per circa 80 ore consecutive a partire dallo scorso martedì 10 febbraio, è rimasto praticamente invariato a +33 centimetri sullo zero. L’emissario è stato richiuso venerdì 13 febbraio alle 14 del pomeriggio. Continua a leggere

Trasimeno in piena, 7 cose da sapere sulla riapertura dell’emissario

10296744_10202279261325454_2194100492856640402_nUn test da cinque centimetri. Entro la fine delle festività natalizie l’emissario del Trasimeno sarà sperimentalmente aperto per verificare – dopo trenta anni d’inutilizzo – la funzionalità del canale artificiale che collega il lago al torrente Caina, e poi da questo al Nestore fino al fiume Tevere. Si tratta di una prova generale per abbassare il bacino da +20 a +15 centimetri sullo zero idrometrico. A quella soglia il livello sarà lasciato libero di salire fino almeno a +27, punto limite per i mesi a forti precipitazioni. E’ un’operazione, in un certo senso “storica”, che desta molta curiosità ed anche qualche critica. E’ utile quindi fare chiarezza su alcuni aspetti: ecco 7 cose da sapere.

Nell’immagine: Pontile degli Spagnoli (Giorgio Brusconi, 2014)

Continua a leggere

займы онлайн срочный займ в ставрополе займы онлайн в барнауле