Sisma, a Magione ancora 85 sfollati di Norcia

MAGIONE 24/07/2017 – A nove mesi dall’arrivo nelle strutture ricettive di Magione di circa 400 persone sfollate a causa degli eventi sismici in Valnerina, il Centro operativo comunale di emergenza (Coc) ha fatto il punto della situazione in previsione della chiusura dello stato di emergenza. Nel mese di luglio 2017 rimangono ancora ospiti 85 persone, di cui, a San Feliciano, 47 ad Ali sul Lago e 20 alle Tre Isole. I restanti 18 all’hotel Le rocce a Villa di Magione. Delle 85 persone sfollate a causa del terremoto dieci provengono dalle Marche. È già in fase di chiusura il centro di smistamento del materiale (abiti e prodotti per la persona) allestito dalla Caritas presso i locali del Comune di piazza Simoncini. Il materiale rimanente sarà trasferito nella sede dell’associazione in via Memorabile. Importante il contributo della Misericordia nella gestione della parte socio-assistenziale: i mezzi della protezione civile hanno percorso circa diecimila chilometri i servizi di accompagnamento.

 

La gara di solidarietà continua Le associazioni del territorio hanno complessivamente raccolto 10mila euro circa per progetti legati al cratere laziale di Amatrice, con la Misericordia che si è impegnata a sostenere la proloco della frazione di Sant’Angelo. Per la gestione degli sfollati di Norcia sono invece stati raccolti e spesi oltre 7mila euro, concentrati da tutte le associazioni, le imprese e i privati cittadini su un conto di possesso alla proloco di Magione. Il Comune di Magione ha speso, poi rimborsato dalla protezione civile della Regione Umbria, oltre 120mila euro per la gestione dei pasti nel residenze privo di mensa centralizzata. All’incontro erano presenti il sindaco Giacomo Chiodini, l’assessore Cristina Tufo, il comandante di carabinieri, maresciallo Andrea Valli; il comandante della polizia municipale, Mario Rubechini, rappresentati della Caritas, della Misericordia, della protezione civile, della proloco di Magione e degli uffici dei servizi sociali del Comune.

Il riconoscimento e la vicinanza di Norcia a Magione In questi nove mesi i contatti tra i primi cittadini di Norcia e Magione, i rispettivi assessori e le associazioni è stato continuativo e proficuo, volto ad alleviare le sofferenze di chi è stato costretto a lasciare la città e le frazioni terremotate. All’inizio dell’estate il municipio di Magione è stato il luogo di un formale scambio di amicizia tra le due amministrazioni, organizzato anche con il contributo di Francesco Rubeca. La giunta di Norcia ha anche approfittato della sede municipale di Magione per un confronto sulle cose da fare e sull’aggiornamento del programma di mandato dopo l’evento sismico. Erano presenti il sindaco Nicola Alemanno, i suoi assessori e i consiglieri comunali di maggioranza.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

займы онлайн срочный займ в ставрополе займы онлайн в барнауле
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: