La rivoluzione delle banche virtuali, in Umbria parte da Sant’Arcangelo

Sant'Arcangelo, nuovo sportello bancario virtualeMAGIONE 2 agosto 2016 – A Sant’Arcangelo, assieme alla consigliera comunale Giancarla Sordi, abbiamo provato lo sportello interattivo BCCUmbria aperto da qualche settimana. La banca virtuale, supportata in remoto (audio e video) dal centro direzionale di Moiano e comunque non lontano dalla filiale fisica di Magione, permette di: ritirare e depositare contante; aprire un conto per persone fisiche ed imprese; prendere direttamente in loco il blocchetto assegni e le carte bancomat e di credito. Vi si può addirittura sottoscrivere un mutuo. Chi aprirà a Sant’Arcangelo il proprio conto corrente potrà farlo gratuitamente il primo anno con una serie di vantaggi promozionali. Non sostituisce l’impiegato di banca ma, grazie al maxischermo e all’apposita cassettiera multifunzione, ci va davvero molto vicino. Il tutto nella massima sicurezza e privacy. Provare per credere. Va ricordato che questo sportello sostituisce la filiale Unicredit e che l’apertura da parte di BCC Umbria fa seguito anche agli sforzi di un comitato locale che assieme al sindaco ha portato avanti una serie di contatti per evitare che Sant’Arcangelo rimanesse sprovvista di servizi bancari. Tra questi Gianfranco Cialini, storico; Giancarla Sordi, consigliera comunale; Augusto Raiconi, presidente Unione ristoratori e albergatori del Trasimeno (Urat) e Fausto Cerquaglia, presidente della proloco di Sant’Arcangelo. A seguire alcuni momenti dell’inaugurazione con il presidente Palmiro Giovagnola. Continua a leggere

Sant’Arcangelo, pressing su Banca di Mantignana per sostituire Unicredit.

Sant'Arcangelo sul Trasimeno dipinto da Gerardo Dottori nella sala consiliare del palazzo del Comune a MagioneSul piatto ci sono 350 promesse di trasferimento di conti corrente, il dato altissimo di 50mila presenze turistiche annuali e l’affacciarsi su una strada regionale di grande percorrenza come la 599 per Chiusi e Castiglione del Lago. Tre elementi che caratterizzano la frazione lacustre di Sant’Arcangelo e su cui il comitato nato in paese dopo la chiusura dello sportello Unicredit sta puntando per convincere altri istituti bancari a venire in sostituzione dell’ex Cassa di risparmio di Perugia, presente da circa 40 anni. Qualche positiva apertura si è registrata in un recente incontro tenutosi a Mantignana tra la direzione del Credito cooperativo umbro, Banca di Mantignana e di Perugia; Giacomo Chiodini, sindaco di Magione; i rappresentanti del comitato paesano formato da Gianfranco Cialini, studioso di storia locale; Giancarla Sordi, consigliere comunale; Fausto Cerquaglia, presidente proloco Sant’Arcangelo; Augusto Raiconi, presidente Unione ristoratori ed albergatori del Trasimeno (Urat). Continua a leggere