Rifiuti, controlli nei cassoni: sanzioni a chi non differenzia

Trasimeno servizi ambientali Magione(22 gennaio 2016) Controlli più severi per spingere i cittadini sempre di più alla raccolta differenziata e far evitare, anche a suon di multe, comportamenti devianti come gettare nell’indifferenziata carta, vetro o frazione umida. La decisione è stata presa direttamente dai vertici della Tsa – l’azienda addetta allo smaltimento – e dall’amministrazione comunale di Magione. Il controllo dei rifiuti avverrà al momento in cui il bidoncino per l’indifferenziata viene svuotato dal personale della Tsa. Le sanzioni previste per l’errata differenziazione vanno dai 50 ai 300 euro in base alla gravità del comportamento. La percentuale di differenziata a Magione nell’anno 2014 è stata di poco superiore al 51 per cento, in linea con i dati del Trasimeno, con una buona capacità di riuso del materiale raccolto in particolare carta, vetro e plastica; a breve si avranno le nuove percentuali di differenziata raggiunte nel 2015.

L’adesivo rosso di avvertimento su cassonetti di chi differenzia male “Il controllo – afferma il comandate della polizia municipale Mario Rubechini – ha anche la finalità di garantire che le riduzioni previste per la tassa sui rifiuti (Tari) siano erogate a chi effettua correttamente la raccolta differenziata e non solo in base al numero degli svuotamenti annui. Al momento – fa sapere il comandante – non sono state elevate multe in quanto, in accordo con Tsa, si è proceduto ad una campagna di responsabilizzazione del cittadino con inviti bonari a porre attenzione al momento in cui si getta il rifiuto. Naturalmente, qualora il comportamento scorretto si ripetesse nel tempo, si procederà anche con delle sanzioni pecuniarie”. “Durante i controlli – spiega Luciano Sisani, direttore di Trasimeno servizi ambientali (Tsa) azienda che gestisce il sistema dei rifiuti per il comune – può accadere di trovare materiale, come carta, vetro o frazione umida, nei bidoncini dell’indifferenziato. Materiale che deve invece essere messo nelle campane dislocate nelle frazioni del comune. Oppure, per carta e plastica, negli appositi contenitori che vengono ritirati dagli operatori secondo i giorni e l’orario del calendario dato a tutte le famiglie con il sistema porta a porta”.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.